Dalla Legge quadro sulle Aree Protette (394/1991) sono derivate, in Umbria, l’istituzione del Parco Nazionale dei Monti Sibillini (1993) e quella di sei parchi regionali attraverso la Legge Regionale 9/1995. Quasi 18.000 ettari del Parco Nazionale dei Monti Sibillini ricadono in territorio umbro, mentre i restanti 52.000 circa nelle Marche.
I sei parchi regionali umbri istituiti nel 1995 sono: Parco del Monte Cucco (10.480 ettari), Parco del Lago Trasimeno (13.200 ettari), Parco del Monte Subasio (7.196 ettari), Parco di Colfiorito (338 ettari), Parco Fluviale del Tevere (7.925 ettari) e Parco Fluviale del Nera (2.460 ettari). Natura 2000 è una rete di aree individuate nel territorio dell’ Unione Europea per la conservazione della biodiversità.
È stata istituita con la Direttiva 92/43/CEE (Direttiva Habitat) che, fra l’altro, individua i più rari e minacciati habitat e specie di flora e fauna selvatiche d’Europa; per gli Uccelli era già vigente un’altra specifica direttiva, la 79/409/CEE (Direttiva Uccelli), oggi sostituita dalla 2009/147/CE.

Il Parco del Lago Trasimeno

Il Parco del Lago Trasimeno si estende per circa 13.200 ettari e comprende l’intero bacino lacustre e le sue tre isole, con il confine quasi sempre attestato lungo le sponde. Solo in alcuni tratti l’area protetta include terreni alle spalle dei canneti, come i prati dell’ex aeroporto di Castiglione del Lago, i seminativi a ridosso della Valle (San Savino), il promontorio di Monte del Lago. I comuni interessati sono Castiglione del Lago, Tuoro sul Trasimeno, Passignano sul Trasimeno, Magione e Panicale.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

PSR Umbria Mis. 12.1.1 “Indennità per le zone agricole Natura 2000”

Aiuti per terreni agricoli localizzati nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Divieto assoluto di trasformazione dei pascoli
  2. Divieto di spingere le colture entro una fascia di 3 metri dalle formazioni boschive
  3. Divieto di utilizzo di fertilizzanti e pesticidi per una fascia di rispetto di
    • 5 metri nel caso di habitat forestali
    • 3 metri nel caso di habitat arbustivi ed erbacei
    • 20 metri nel caso di habitat acquatici

PSR Umbria Mis. 12.2.1 “Indennità per le aree forestali Natura 2000”

Aiuti per le formazioni forestali riconosciute quali habitat forestali localizzate nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Divieto di taglio di alcune specie
  2. Divieto di taglio dell’habitat 91L0
  3. Divieto di taglio nella direzione del pendio all’interno degli habitat 91L0 9340
  4. Divieto di taglio di boschi ad alto fusto negli habitat 9340, 91AA
  5. Divieto di taglio nelle formazioni boschive adiacenti ai corsi d’acqua catastalmente individuati, alle paludi e agli stagni per una fascia di 20 metri

PSR Umbria Mis. 12.2.2 “Indennità per il mantenimento degli habitat forestali”

Aiuti per le formazioni forestali riconosciute quali habitat forestali localizzate nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Tutela e conservazione degli habitat forestali attraverso l’utilizzo di tecniche di ceduazione sostenibili e in riferimento al “Divieto di realizzazione di nuove piste per esbosco all’interno degli habitat forestali”

PSR Umbria Mis. 12.3.1 “Indennità per l’obbligo di mantenimento di “fasce tampone”

Aiuti per terreni agricoli localizzati nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE) e nelle aree del Piano di Tutela delle Acque (ai sensi della LR 25/2009 e Delibera del Consiglio Regionale n. 857/2009)

IMPEGNI:

  1. Mantenimento, costituzione o ampliamento di una fascia di rispetto di 10 metri dai corsi d’acqua o habitat umidi individuati catastalmente al netto dei 5 metri già previsti dal regime di Condizionalità (oltre le BCAA)

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

Il Parco del Monte Cucco

Il Parco del Monte Cucco si estende per circa 10.480 ettari tra la S.S. 3 Flaminia, da Fossato di Vico fin oltre il valico di Scheggia, e il confine umbro-marchigiano. Ricade nei comuni di Scheggia e Pascelupo, Costacciaro, Sigillo e Fossato di Vico. La dorsale calcarea, allungata da nord-ovest a sud-est, culmina nei 1566 metri di quota di Monte Cucco, incisa a nord dalla valle del Sentino.

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.

PSR Umbria Mis. 12.1.1 “Indennità per le zone agricole Natura 2000”

Aiuti per terreni agricoli localizzati nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Divieto assoluto di trasformazione dei pascoli
  2. Divieto di spingere le colture entro una fascia di 3 metri dalle formazioni boschive
  3. Divieto di utilizzo di fertilizzanti e pesticidi per una fascia di rispetto di
    • 5 metri nel caso di habitat forestali
    • 3 metri nel caso di habitat arbustivi ed erbacei
    • 20 metri nel caso di habitat acquatici

PSR Umbria Mis. 12.2.1 “Indennità per le aree forestali Natura 2000”

Aiuti per le formazioni forestali riconosciute quali habitat forestali localizzate nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Divieto di taglio di alcune specie
  2. Divieto di taglio dell’habitat 91L0
  3. Divieto di taglio nella direzione del pendio all’interno degli habitat 91L0 9340
  4. Divieto di taglio di boschi ad alto fusto negli habitat 9340, 91AA
  5. Divieto di taglio nelle formazioni boschive adiacenti ai corsi d’acqua catastalmente individuati, alle paludi e agli stagni per una fascia di 20 metri

PSR Umbria Mis. 12.2.2 “Indennità per il mantenimento degli habitat forestali”

Aiuti per le formazioni forestali riconosciute quali habitat forestali localizzate nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE)

IMPEGNI:

  1. Tutela e conservazione degli habitat forestali attraverso l’utilizzo di tecniche di ceduazione sostenibili e in riferimento al “Divieto di realizzazione di nuove piste per esbosco all’interno degli habitat forestali”

PSR Umbria Mis. 12.3.1 “Indennità per l’obbligo di mantenimento di “fasce tampone”

Aiuti per terreni agricoli localizzati nelle aree Natura 2000 (ai sensi delle Direttive 92/43/CEE e 2009/147/CEE) e nelle aree del Piano di Tutela delle Acque (ai sensi della LR 25/2009 e Delibera del Consiglio Regionale n. 857/2009)

IMPEGNI:

  1. Mantenimento, costituzione o ampliamento di una fascia di rispetto di 10 metri dai corsi d’acqua o habitat umidi individuati catastalmente al netto dei 5 metri già previsti dal regime di Condizionalità (oltre le BCAA)

I am text block. Click edit button to change this text. Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipiscing elit. Ut elit tellus, luctus nec ullamcorper mattis, pulvinar dapibus leo.